Documento di valutazione dei rischi

Valutazione dei rischi media service italy
Valutazione dei rischi media service italy

La legislazione vigente assegna alla valutazione dei rischi un ruolo centrale ed indispensabile, tanto da inserire la sua omissione nell’elenco delle “gravi violazioni” che possono comportare la sospensione delle attivitŕ. Una “buona” valutazione dei rischi č una condizione indispensabile per una altrettanto “buona” gestione della sicurezza e per la piena conformitŕ normativa.

Media Service Italy č in grado di fornire il supporto tecnico e le competenze multidisciplinari necessarie per operare la valutazione dei rischi ed elaborare il relativo DVR (art. 28 D. Lgs.81/08), coerentemente ai disposti di legge e all’esigenza delle aziende, avere sempre un quadro chiaro degli adeguamenti al fine di evitare ogni conseguenza penale ed amministrativa e pianificare correttamente le necessarie risorse economiche e tecniche.

Per la redazione del DVR saranno adottati i criteri generali quali la fruibilitŕ, la completezza e l’esaustivitŕ.

In base all’esito della valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, il datore di lavoro elabora un documento, da custodire presso l’azienda, contenente:

  • relazione sulla valutazione dei rischi, nella quale sono specificati i criteri adottati per la valutazione stessa;
  • individuazione delle misure di prevenzione conseguenti alla valutazione;
  • programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;
  • qualora la valutazione dei rischi abbia evidenziato esposizione dei lavoratori al rumore, il documento di valutazione dei rischi deve essere integrato dal rapporto di valutazione dell’esposizione al rumore ai sensi dell’art 40 del D.Lgs. n. 277/91 entro 180 giorni (e non prima di 90) dall’effettivo inizio dell’attivitŕ.

Autocertificazione dell’avvenuta valutazione dei rischi.
Il datore di lavoro delle aziende familiari, nonchč delle aziende che occupano fino a 10 addetti non č soggetto all’obbligo di elaborazione del documento, ma č tenuto comunque ad autocertificare per iscritto l’avvenuta effettuazione della valutazione dei rischi e l’adempimento degli obblighi ad essa collegati.

Sono escluse da tale agevolazione le aziende industriali di cui all’art. 1 del decreto del Presidente della Repubblica 17 maggio 1988, n. 175, e successive modifiche. Le aziende a rischio di incidente rilevante sono soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica ai sensi degli articoli 4 e 6 del decreto stesso, le centrali termoelettriche, gli impianti ed i laboratori nucleari, le aziende estrattive ed altre attivitŕ minerarie, le aziende per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni, le strutture di ricovero e cura sia pubbliche sia private.

Developed by: Fabran.com
La pagina ha impiegato 0.1425 secondi